Studiare Medicina a Firenze: istruzioni per l’uso

Prendi questi articoli come delle vere e proprie guide, ma non come la bibbia. I nostri tutor cercano di essere il quanto più obiettivi possibile, ma è chiaro che la percezione di questo o quell’altro aspetto è estremamente soggettivo. Ci tengo a dirti che questa guida è stata scritta da 5 studenti universitari che studiano a Firenze e l’utilità sta proprio in questo: hanno cercato di raccontarti, dall’ottica di uno studente, le cose più rilevanti.

Buona lettura 🙂

Come ci si immatricola in caso io si immatricola in caso io risultassi assegnato o prenotato?

In caso risultassi assegnato o prenotato, per immatricolarti dovrai collegarti all’applicativo TURUL all’indirizzo https://ammissioni.unifi.it , utilizzando le credenziali che ti sono state fornite al momento dell’iscrizione al test di ammissione (in caso di assegnato) o iscrivendoti nella piattaforma come futuro studente (nel caso di prenotato).
In entrambi i casi, entro massimo 4 giorni dalla pubblicazione della graduatoria (incluso il giorno di pubblicazione ed esclusi sabati e festivi), pena esclusione, dovrai:
1. confermare il posto assegnato in base al risultato della prova;
2. seguire le indicazioni fornite dall’applicativo informatico ed effettuare la procedura di:

  1. immatricolazione, se è la prima volta che ti iscrivi nel sistema universitario nazionale italiano;
  2. passaggio di corso, se sei già iscritto a un corso di laurea di Unifi;
  3. trasferimento, se sei già iscritto a un corso di laurea di un altro Ateneo.

A questo punto il sistema ti fornirà tutte le informazioni necessarie per proseguire l’immatricolazione in loco, presso il punto di immatricolazione di viale Morgagni (Viale Morgagni, 40-44 – 50134), al primo piano. Il sistema ti fornirà tutti i documenti fondamentali per effettuare l’immatricolazione ed il bollettino MAV che comprende la tassa di immatricolazione, la tassa regionale e la prima rata.

Quali sono gli esami del primo anno?

Come succede in quasi tutte le sedi universitarie italiane, nel CdL in Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze il primo anno si concentra sulle materie scientifiche di base e su alcune precliniche. In particolare gli esami del primo anno sono Fisica, Chimica, Biologia, Informatica, Inglese, Istologia, Anatomia I.
Andando più in dettaglio sui singoli esami:
Fisica: Comprende gli insegnamenti base di fisica su quasi tutti i campi che questa comprende, dalle leggi orarie, all’ottica, all’elettromagnetismo. Organizzato in due parziali scritti.
Chimica: In un unico esame sono comprese sia la inorganica che la organica di base. Organizzato in uno scritto e un orale di seguito.
Biologia: Affronta le basi dell’organizzazione cellulare e della ricerca soprattutto sull’ingegnerizzazione degli acidi nucleici, simile ai programmi di scienze di uno scientifico. Organizzato in un singolo orale.
Informatica: Essenzialmente una guida su come utilizzare i database contenenti materiale medico e come funzionano le pubblicazioni medico-scientifiche. Nessuno vi insegnerà a programmare. Organizzato su delle attività durante il secondo semestre che daranno poi il voto finale.
Inglese: Non c’è un corso, l’esame va dato entro il terzo anno e si basa su un livello B1-B2. Organizzato in uno scritto (comprensione del testo). In alternativa può essere presentato un certificato di conoscenza della lingua che sarà convertito in voto a seconda del livello.
Istologia: Prima materia veramente di campo medico, studia i tessuti che compongono gli organismi viventi. Durante il corso sono previste anche esercitazioni al microscopio. Organizzata in un esame orale preceduto da una prova al microscopio di riconoscimento di tessuti. In tutti i primi anni delle facoltà di Medicina c’è un esame più complesso degli altri, per Firenze è questo. Sarà il primo vero esame che vi metterà davvero alla prova.
Anatomia 1: Comprende l’apparato locomotore. Oltre alle lezioni avrete modo di recarvi all’ossario per studiare ossa umane. Organizzato in un orale il cui voto non sarà subito convalidato, ma andrà a far parte del voto dell’esame completo di Anatomia del secondo anno. Di fatto è un parziale.

Com’è Firenze per uno studente universitario?

Per quanto riguarda l’università uno studente a Firenze può sentirsi a casa: ci sono tre centri universitari principali che sono Viale Morgagni, Novoli e via Laura. Nello specifico l’università di Medicina e Chirurgia si trova nel contesto del plesso didattico Morgagni (zona Careggi), un intero viale dedicato all’università, con diversi padiglioni per diverse facoltà, una mensa grande e molte copisterie (uno studente che si approccia alla vita universitaria si renderà conto di quanto siano importanti le copisterie, no spoiler!). L’ambiente all’interno dell’università è molto caldo, ci sono molte organizzazioni studentesche di altrettanti tipologie, che spaziano dall’ambito politico, all’ambito sportivo (abbiamo una palestra “centro universitario sportivo” che organizza tornei e campionati di quasi ogni sport), all’ambito lavorativo extra-universitario, il SISM, segretariato italiano studenti in medicina, organizza molte attività extra-corso che aiutano all’approccio alla vita lavorativa in ospedale.
La vita al di fuori dell’università offre molte possibilità; sia viale Morgagni che Novoli sono ben collegate al centro tramite la tramvia; non c’è niente di meglio di un bel giretto in centro quando alle 19 stacchi dalla biblioteca e Firenze sotto questo punto di vista è molto ben fornita con tanti locali dove poter fare aperitivo insieme.

Com’è il costo della vita a Firenze per uno studente universitario?

L’università è chiaramente costosa: i libri costano e non poco, in più molto spesso devi associarci le sbobine la cui stampa e rilegatura ha un costo; inoltre se ti capita di avere una lezione la mattina e una il pomeriggio o vuoi rimanere a studiare in biblioteca devi mangiare a mensa o portarti il pranzo dietro. Il costo aumenta in caso di studente fuori sede, allora entrano in gioco anche l’affitto, che varia a seconda della zona e degli standard (tra 250€ e 450€) e le bollette. Fortunatamente l’università dà l’opportunità di recuperare le spese, attraverso tasse diverse a seconda dell’ISEE di ogni studente e rimborsi legati all’andamento accademico. Inoltre, la regione Toscana offre annualmente borse di studio per i servizi (mensa, abbonamento della tranvia e retta universitaria) e l’alloggio.

Vorrei avere informazioni riguardo al trasferirsi da un altro ateneo

Per trasferirsi all’ateneo fiorentino, dovrete seguire le indicazioni dell’applicativo informatico di riferimento. La procedura POTREBBE richiedere un modulo di trasferimento in uscita dal vostro ateneo di provenienza (“Nulla osta”). In ogni caso dovrete registrarvi all’applicativo UniFi (TURUL) che, per chi abbia messo Firenze come prima scelta, è il sito in cui ci si iscrive per sostenere i test di ammissione ai corsi a numero chiuso. Generalmente il sito stesso provvede a fornire la modulistica necessaria al trasferimento, ma, in caso la procedura informatica non funzionasse, a questo indirizzo è possibile trovare i moduli necessari per la procedura https://www.unifi.it/vp-569-modulistica.html#passaggi.
A quel punto, una commissione valuterà (se richiesto) la convalida della carriera e dei crediti maturati nell’ateneo di provenienza. La procedura, indipendentemente da questo, richiede un certo lasso di tempo (1-2 mesi).

Vorrei avere informazioni riguardo al trasferimento interno

In caso di passaggio da un corso di Laurea interno ad UniFi, durante l’immatricolazione su TURUL è necessario selezionare l’opzione “passaggio di corso” e seguire la procedura online, durante la quale verranno forniti tutti i documenti necessari. Tra questi ci sarà un modulo, dove sarà possibile richiedere la convalida degli esami (con le opzioni di convalida di esami specifici o direttamente tutti gli esami sostenuti); sarà poi la commissione dell’ateneo a scegliere quali possono essere convalidati e quali no.
N.B. Questa scelta può non essere ottimale se si desidera richiedere una borsa di studio, in quanto, nel momento in cui si fa un passaggio di corso e viene convalidato almeno un esame, UniFi considererà sempre come anno di riferimento l’anno di immatricolazione e non l’anno di iscrizione a Medicina. Ciò significa che il minimo di crediti conseguiti richiesti per ottenere la borsa di studio faranno riferimento all’anno di prima immatricolazione e non all’anno di iscrizione di medicina, i quali spesso (per non dire sempre) possono risultare insufficienti, anche a causa della distribuzione degli esami del piano di studi

Qual è il miglior piano B in termini di convalida degli esami in caso non passassi il test di Medicina?

Di solito esami col medesimo SSD (settore scientifico disciplinare) vengono convalidati se accompagnati ad un congruo numero di ore del corso (e quindi CFU). Ciò nonostante, dato che il riconoscimento dei crediti avviene previo esame da parte di una commissione, anche esami dagli SSD differenti possono venire riconosciuti in toto o convertiti in porzioni di esame da integrare a seconda dei casi.
Nel caso in cui il test di medicina non fosse andato bene, i corsi consigliati sono i classici scienze biologiche, infermieristica e sopratutto biotecnologie. Quest’ultimo è particolarmente indicato, visto che al primo anno consente di frequentare i corsi di chimica generale ed inorganica, chimica organica, biologia generale, fisica e morfologia umana I (istologia). Questi, oltre ad essere un’ottima base per preparare nuovamente il test, vengono quasi sempre convertiti nei corrispettivi a medicina, tranne che istologia, per la quale però sarà sufficiente sostenere un’integrazione.
Per quanto riguarda infermieristica, l’esiguo numero di crediti dei singoli esami che compongono i moduli del primo anno, purtroppo nel 99% dei casi non permette la convalida di esami, pertanto si tratta di una scelta sconsigliata da questo punto di vista.

Ci sono delle borse di studio per gli studenti? Quali sono i requisiti per ottenerle?

Per quanto riguarda le borse di studio queste sono erogate dal DSU Toscana (Diritto allo studio universitario) sulla base di alcuni requisiti, che sono, oltre ovviamente a presentare la domanda di borsa di studio in tempo per la scadenza imposta, aver conseguito un numero minimo di crediti (che varia in base all’anno di iscrizione), non aver già usufruito di una borsa di studio per l’anno di corso per cui si concorre e presentare un ISEE sufficientemente basso. Questo perchè la classifica per assegnare le borse, il cui è numero limitato, si basa principalmente sull’ISEE presentato. Il DSU tra le altre cose, sempre in base all’ISEE, fornisce uno sconto sui pranzi effettuati nelle mense convenzionate, presenti in tutta la Toscana (per Firenze sono al Calamandrei, in viale Morgagni, alla mensa di santa Apollonia in via san Gallo, a Novoli e all’IperCoop di Sesto Fiorentino). Per chi risulta fuori sede è inoltre possibile concorre per il “posto alloggio”.
Tra i vari benefici della borsa di studio c’è la mensa gratuita, riduzione della tassa universitaria e della tassa regionale, l’abbonamento annuale gratuito alla tranvia e, nel caso di merito e ISEE idonei, la possibilità di concorre per ricevere una quota monetaria.
La cosa più importante da sottolineare è che per “anno di iscrizione” si intende l’anno di prima immatricolazione all’Università di Firenze. Per questo motivo, nel caso di passaggio di corso (con convalida di esami) i crediti necessari per risultare idonei faranno riferimento al primo anno di immatricolazione e non al primo anno di iscrizione a Medicina. Ciò può risultare problematico, in quanto molto spesso non è possibile conseguire tale numero di crediti, con conseguente esclusione dalla graduatoria.

A presto,

Pro-Med Family

_

Pro-Med è una community lanciata e gestita da studenti universitari che si occupa di dare supporto a tutti coloro che vogliono studiare e lavorare nell’ambito medico sanitario. “Circondati di persone, non di libri” è quello in cui crediamo di più: avere delle persone su cui fare affidamento nei momenti difficili della preparazione per il test è cruciale. Nei nostri Corsi di preparazione l’ambiente che vogliamo si respiri è di familiarità, tranquillità, condivisione: sappiamo di cosa hai bisogno, perchè dal percorso che stai percorrendo ci siamo passati anche noi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Condividi su email
small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.