Studiare Medicina ad Ancona: istruzioni per l’uso

Prendi questi articoli come delle vere e proprie guide, ma non come la bibbia. I nostri tutor cercano di essere il quanto più obiettivi possibile, ma è chiaro che la percezione di questo o quell’altro aspetto è estremamente soggettivo. Ci tengo a dirti che questa guida è stata scritta da 5 studenti universitari che studiano a Ancona e l’utilità sta proprio in questo: hanno cercato di raccontarti, dall’ottica di uno studente, le cose più rilevanti.

Buona lettura 🙂

Come ci si immatricola in caso io risulti assegnato o prenotato ad Ancona?

Se si risulta ‘’Assegnato’’, bisogna procedere all’immatricolazione entro (e non oltre!) quattro giorni, escludendo i festivi ed il sabato , a partire dal giorno stesso in cui si riceve la graduatoria finale.
Se invece si risulta ‘’Prenotato’’, è possibile scegliere tra due opzioni: aspettare e vedere se le persone davanti a te in graduatoria si immatricoleranno effettivamente (quindi attendere gli scorrimenti e vedere se si libera un posto in un’altra sede) oppure decidere di immatricolarsi direttamente nell’Ateneo in cui c’è un posto disponibile. In questo caso di deve mandare una mail direttamente all’Università Politecnica delle Marche che attiverà tutto l’iter.
Una volta vista la graduatoria sul sito Universitaly inizia il processo di immatricolazione online.
Bisogna accedere prima di tutto al portale online dell’Ateneo ( https://esse3web.univpm.it/Home.do) registrandosi (se il test è stato svolto qui si hanno già le credenziali per accedere).
In seguito si deve compilare online la domanda di immatricolazione, stamparla e firmarla. Una volta fatto ciò, sarà necessario pagare la prima rata delle tasse universitarie (occhio alla scadenza!) e caricare tutta una serie di documenti sulla pagina personale del sito dell’ateneo.
Completato ciò, l’immatricolazione sarà avvenuta con successo!
Alla fine si riceve una mail con il numero di matricola e il passo successivo sarà quello di presentarsi direttamente in ateneo, per concludere personalmente gli ultimi passaggi.

Quali sono gli esami del primo anno di Medicina ad Ancona?

Gli esami del primo anno rispecchiano molto le materie studiate per il test. In particolare, nel nostro ateneo sono così distribuiti.
Nel primo semestre dovrai sostenere gli esami di:
– Biologia e Genetica
– Chimica e Propedeutica Biochimica
– Scienze Umane e Conoscenze linguistiche
Mentre, nel secondo semestre:
– Biochimica
– Istologia
– Anatomia
Come si può vedere, la preparazione pregressa potrebbe aiutare molto durante questo primo anno.

Com’è Ancona per uno studente universitario?

Ancona non è una tipica città universitaria, ma offre comunque diverse opportunità ai suoi studenti. Nel centro storico il luogo più frequentato dagli studenti è Piazza del Plebiscito (detta piazza del papa) con bar e pub dove ogni mercoledì sera ci si ritrova per la serata universitaria. Altri punti di ritrovo sono Corso Garibaldi (il corso principale), con diversi negozi, e il Viale della Vittoria dove molti studenti vanno a correre e che conduce al monumento del Passetto dal quale si arriva al mare. Altri luoghi piacevoli di Ancona sono il porto per passeggiare e la cattedrale di San Ciriaco, da cui si gode di un bel panorama sulla città e la costa. Tra le attrazioni sicuramente mancanti ad Ancona ci sono le discoteche, che non si trovano in città.
C’è da dire che gli studenti di medicina e di professioni sanitarie sono più svantaggiati dal punto di vista della vita universitaria, soprattutto se scelgono di prendere casa vicino alla facoltà, in quanto la sede è a Torrette. Dal quartiere di Torrette il centro è raggiungibile solamente con l’auto o con il trasporto pubblico, che comunque ha corse abbastanza frequenti e permette di arrivare in centro in 10 minuti. La limitazione più grande è che l’ultima corsa degli autobus per torrette è all’una nei giorni feriali e alle 21.30 circa, di sabato e domenica.
Per quanto riguarda l’università in sè, le strutture, in particolare quelle di medicina, sono moderne e hanno tutto ciò che serve agli studenti, con bar, biblioteche, aule studio, aule computer. La mensa, che si trova poco distante dall’università, è a basso costo e i pasti sono buoni.
Gli studenti possono anche tesserarsi al CUS (centro sportivo universitario) e partecipare alle iniziative proposte dai gruppi studenteschi.
L’università, inoltre, offre agli studenti che ne fanno richiesta, e che rientrano in fasce di reddito e di merito specificate nel bando, la possibilità di lavorare nelle sue strutture per 150 ore con un compenso abbastanza elevato.

Com’è il costo della vita ad Ancona per uno studente universitario?

Ancona non è particolarmente dispendiosa, soprattutto rispetto ad altre grandi città universitarie, ma offre tutti i servizi necessari allo studente. Il costo di un appartamento in affitto si aggira intorno ai 200/250 euro escluse le utenze. Un appartamento in zona Torrette solitamente costa un po’ meno (in camera doppia anche 150 euro) rispetto ad uno in centro ma la differenza la fanno il numero degli inquilini e le condizioni dell’edificio. Un biglietto dell’autobus costa 1,25 euro ma è disponibile un abbonamento per studenti a 130 euro (con validità 9 mesi) per muoversi liberamente.
Anche al bar dell’università i prezzi sono modici: ti faccio qualche esempio per farti fare un’idea quanto più possibile precisa. Un pezzo di pizza 1,50 euro , un primo 3,50 euro, un’insalatona 4,50 euro. Volendo si può anche usufruire della mensa universitaria (dopo aver fatto la tesserina gratuita) dove il pasto intero (5.50 €) comprende un primo, un secondo, un contorno, due panini, una porzione di frutta e le bevande mentre il pasto ridotto (3.30 €) comprende un primo o un secondo, un contorno, due panini, una porzione di frutta, bevande.
L’abbonamento alla palestra della zona costa 40 euro mensili e comprende ingresso e accesso ai corsi, e in alternativa ci si può iscrivere al CUS (centro sportivo universitario) a prezzi diversi in base al corso scelto (mentre l’attività agonistica è gratuita).

Vorrei avere informazioni riguardo il trasferimento da un altro ateneo

L’Università Politecnica Delle Marche ogni anno mette a disposizione dei posti per il trasferimento da altri atenei di studenti di medicina (e di professioni sanitarie) degli anni successivi al primo.
I posti disponibili sono basati su quelli che si sono liberati per trasferimento, rinuncia agli studi, passaggio di corso degli studenti dei vari anni. Sono, quindi variabili in numero, ma generalmente sono molto pochi. Ad esempio, quest’anno l’università, con un bando di metà giugno, metteva a disposizione per medicina:
– per il 2° anno: 0 posti
– per il 3° anno: 4 posti
– per il 4° anno: 0 posti
– per il 5° anno: 2 posti
– per il 6° anno: 3 posti
– per gli studenti extracomunitari residenti all’estero: 0 posti
Sempre basandoci sul bando dello scorso anno, possono presentare domanda di trasferimento:
– gli studenti vincitori del concorso dell’anno precedente e iscritti al medesimo corso di studio
– gli studenti frequentanti il medesimo corso di studio in paesi comunitari o extracomunitari
– gli studenti iscritti a corsi di studio “affini” che hanno conseguito crediti formativi ritenuti utili per l’iscrizione ad anni successivi al primo.
In seguito, queste tre diverse categorie di studenti devono presentare la richiesta di Nulla Osta con diversi allegati (in dettaglio nel bando) tra cui la ricevuta di pagamento di 50€ (contributo di partecipazione) entro metà luglio.
L’ammissibilità per medicina deve soddisfare i seguenti requisiti:
– aver conseguito l’attestazione di frequenza degli insegnamenti obbligatori
– aver superato tutti gli esami di AFP (Attività formativa professionalizzante)
– per gli studenti provenienti da ateneo estero: aver superato con idoneità una prova di verifica delle competenze, delle conoscenze e delle abilità (test a risposta multipla) fornita dall’università, da sostenere a fine settembre
La graduatoria finale è formulata sulla base di criteri di merito che comprendono il conseguimento di crediti formativi e le votazioni ottenute. La graduatoria, pubblicata tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, consente il rilascio del Nulla Osta ai candidati vincitori, i quali devono provvedere a presentare entro pochi giorni:
– se studente iscritto presso altra sede universitaria italiana, la dichiarazione sostitutiva di certificazione relativa all’avvenuta presentazione della domanda di trasferimento presso la sede di provenienza;
– se studente iscritto presso una sede estera, il certificato originale di rinuncia con traduzione in Italiano

Vorrei avere informazioni riguardo il trasferimento interno

Ogni anno i procedimenti per il trasferimento interno possono variare leggermente e sono spiegati molto dettagliatamente sul sito dell’università. Lo scorso anno gli studenti risultati vincitori dovevano seguire i passaggi esposti di seguito entro la data di scadenza fissata dal Ministero per ogni scorrimento.
1) Effettuare domanda di passaggio secondo le seguenti fasi:
– provvedere al versamento del contributo previsto per la prima rata delle tasse ( 156 euro ) scaricando il bollettino Mav online presente in area riservata ed inoltrare la ricevuta del pagamento all’Ufficio di Segreteria studenti del corso di studi di provenienza;
– accedere al portale Esse3-web dell’Ateneo e compilare la procedura di passaggio online cliccando la voce “Carriera”;
– stampare e firmare la domanda di passaggio e dopo aver apposto la marca da bollo presentala all’Ufficio di Segreteria studenti del corso di studi di provenienza;
2) Entrare nell’Area Riservata e caricare una foto da utilizzare per il badge seguendo il percorso “Dati Anagrafici – Foto”.
3) presentare, entro la data di scadenza fissata dal Ministero ad ogni scorrimento, presso lo sportello dell’Ufficio Corsi di studio della Facoltà di Medicina e Chirurgia la seguente documentazione:
a) Copia della ricevuta dell’avvenuto passaggio rilasciata dalla segreteria di provenienza del corso di studio;
b) Ricevuta del versamento della 1ª rata delle tasse di importo pari a € 156,00 effettuato mediante MAV o mediante Pago PA;
c) Copia del documento di identità in corso di validità e copia del codice fiscale;
e) Copia del permesso di soggiorno/Visto di ingresso o relativa ricevuta della richiesta per i candidati extracomunitari residenti in Italia;
Spesso chi effettua il trasferimento interno (ma anche chi viene da corsi di altri atenei) può, una volta effettuata l’iscrizione, richiedere la convalida di alcuni esami (o parti di esami) che ha svolto nel corso di studi precedente consegnando la relativa modulistica in segreteria.

Qual è il miglior piano B in termini di convalida degli esami in caso non passassi il test di Medicina?

La convalida o meno degli esami dipende dai professori, dal programma e dal numero di crediti dell’esame stesso. Proveniendo però da alcuni corsi di laurea come ad esempio Odontoiatria, Farmacia (essendo quinquennale ci sono maggiori probabilità che un esame venga convalidato) e Biologia la possibilità che un esame venga convalidato è maggiore. In particolare, nel primo semestre del primo anno sono spesso accettate le convalide per la parte di fisica generale ( per cui bisogna dare solo fisica medica) nel secondo

Ci sono borse di studio per gli studenti? Quali sono i requisiti per ottenerle?

All’UNIVPM per gli studenti che presentano determinati requisiti sono previsti esoneri ed esoneri parziale per il pagamento delle tasse.
Nel caso in cui uno studente dovesse avere diritto a un esonero totale (è il caso ad esempio di studenti disabili con invalidità pari o superiore al 66%; studenti con ISEE per il diritto allo studio uguale o inferiore ai 13.000 euro; oppure dei diplomati con 100/100 e lode in qualsiasi istituto purchè iscritti per la prima volta all’Ateneo UNIVPM) dovrà pagare soltanto la prima rata, cioè la tassa di iscrizione all’anno accademico.
Gli studenti che hanno diritto a esoneri parziali dovranno invece pagare la prima rata e un contributo ridotto. E’ questo il caso, ad esempio, di studenti con un ISEE compreso tra i 13.000 e 30.000 euro; studenti con un fratello iscritto all’UNIVPM; studenti beneficiari della borsa di studio ERDIS.

A presto,

Pro-Med Family

_

Pro-Med è una community lanciata e gestita da studenti universitari che si occupa di dare supporto a tutti coloro che vogliono studiare e lavorare nell’ambito medico sanitario. “Circondati di persone, non di libri” è quello in cui crediamo di più: avere delle persone su cui fare affidamento nei momenti difficili della preparazione per il test è cruciale. Nei nostri Corsi di preparazione (sia online che offline) l’ambiente che vogliamo si respiri è di familiarità, tranquillità, condivisione: sappiamo di cosa hai bisogno, perchè dal percorso che stai percorrendo ci siamo passati anche noi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Condividi su email
small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.