Il sistema Renina Angiotensina Aldosterone e la regolazione della pressione sanguigna

Vorrei iniziare con un quiz per introdurre questa nuova dispensa.

Ci sei? Prenditi qualche minuto per te.

Seguimi.

Quale dei seguenti organi ha la funzione di regolare la pressione sanguigna, con la produzione di ormoni specifici?

A. Il fegato
B. Il cuore
C. Il rene
D. Il pancreas
E. Più di una alternativa è corretta.

Allora, iniziamo.

Il cuore ed il rene intervengono entrambi, attivamente, nella regolazione della pressione sanguigna. Capiamo insieme come facciano a rendersi attivi in questo processo regolativo.

Analizziamoli uno per uno.

Cuore

E’ intuitivo pensare che il cuore regoli la pressione, contraendosi più o meno attivamente, ma il quesito pone l’attenzione su una regolazione pressoria che si esplica per via “ormonale”.

Ebbene, quando il cuore è molto dilatato, perchè i vasi contengono molto fluido e quindi la pressione è elevata, questo produce e rilascia un ormone proteico, chiamato peptide natriuretico atriale (potrai trovarlo anche come ANP), il quale promuove una maggiore eliminazione di sodio (e quindi acqua per motivi osmotici) attraverso il filtro renale.
Una regolazione, dunque, molto intelligente, che risponde ad un aumento di volume ematico (volemia) con una riduzione della volemia stessa attraverso la filtrazione renale accentuata dal ANP.

Rene

Il rene interviene nella regolazione pressoria attraverso l’attivazione di un preciso circuito ormonale, denominato “sistema Renina-Angiotensina-Aldosterone”.

Stiamo calmi.

Quando la pressione sanguigna è troppo bassa, l’arteriola afferente che si immette nel glomerulo renale, risente di questo parametro alterato e risponde allo stesso attraverso la produzione di renina.

Non hai mai sentito parlare di arteriola afferente o di glomerulo?

Quest’immagine ti chiarirà tutto.

Ad ogni modo, andiamo avanti.

La renina è il primo ormone di questo asse, che ha il compito di convertire l’angiotensinogeno plasmatico (prodotto dal fegato costitutivamente) in angiotensina 1.

Questa molecola viene quindi convertita in angiotensina 2 per mezzo dell’azione di un enzima denominato ACE (angiotensine converting enzime) che si localizza principalmente a livello dei capillari polmonari, all’interno dei quali il sangue ricco di angiotensina 1 scorre (altrimenti che capillari sono?).

L’angiotensina 2, a questo punto, promuove la produzione di aldosterone da parte della zona corticale della ghiandola surrenale, ma non solo. L’ansiotensina 2 ha anche un effetto vasocostrittivo e induce anche la produzione di vasopressina (ADH) a livello ipotalamico.

Parlando invece dell’aldosterone, questo promuove poi il riassorbimento di sodio da parte del tratto distale del tubulo renale e l’ADH promuove direttamente il riassorbimento di acqua dagli stessi tratti del tubulo.
Se molto sodio e molta acqua vengono quindi rimessi in circolo, la pressione torna ad elevarsi ed il circuito si chiude.

Renina.

Angiotensinogeno.

Angiotensina 1.

Angiotensina 2.

Aldosterone.

Chiudiamo però con un concetto fondamentale.

Oltre al cuore ed al rene, sono numerosi gli organi che producono fattori di regolazione.

Abbiamo visto come il fegato produce angiotensinogeno ed abbiamo nominato l’enzima ACE, di pertinenza prevalentemente polmonare. Dunque la regolazione pressoria è una funzione che l’organismo non limita ad un solo organo, ma a numerosi, con lo scopo di poter gestire la pressione in modo molto efficace e su più fronti. Inoltre, tante molecole agiscono con meccanismi differenti sugli stessi parametri, garantendo quindi l’efficienza del sistema anche se un organo non esplicasse più la propria funzione al 100%.

Qual è la risposta corretta al quiz?

La E.

_

Ecco quello che ti proponiamo per rendere il tuo studio organizzato ed efficace.

Per leggere tutte le informazioni sui nostri servizi, clicca su uno dei due link qui in basso.

Corsi in aula, in 10 città

Accademia di preparazione online

A presto,

Pro-Med Family

_

Pro-Med è una community lanciata e gestita da studenti universitari che si occupa di dare supporto a tutti coloro che vogliono studiare e lavorare nell’ambito medico sanitario. “Circondati di persone, non di libri” è quello in cui crediamo di più: avere delle persone su cui fare affidamento nei momenti difficili della preparazione per il test è cruciale. Nei nostri Corsi di preparazione (sia online che offline) l’ambiente che vogliamo si respiri è di familiarità, tranquillità, condivisione: sappiamo di cosa hai bisogno, perchè dal percorso che stai percorrendo ci siamo passati anche noi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Condividi su email

Scopri la Scuola Online, la nostra piattaforma di corsi di preparazione.

Altri contenuti

small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.