FightTheStroke esiste per aiutare i bambini sopravvissuti all’ictus

In Pro-Med amiamo dare risalto a persone e progetti di valore.

Lo abbiamo fatto qualche anno fa, supportando il gruppo dell’UNIBO attivo nella ricerca per la sindrome di Down.

Lo facciamo oggi, dando tutto il nostro supporto a FightTheStroke, la fondazione creata da Francesca Fedeli e Roberto D’Angelo che si occupa di dare un supporto concreto ai giovani sopravvissuti ad ictus (o Stroke) con diagnosi di Paralisi Cerebrale Infantile, come il loro meraviglioso Mario. Puoi leggere chi sono, i loro progetti e i loro valori cliccando qui.

Però fallo tra un attimo.

Voglio prima raccontarti perchè FightTheStroke.

Noi e Francesca ci siamo praticamente perseguitati a vicenda.

A febbraio 2018 era insieme a noi a Londra al Facebook Community Summit Europe, dove Facebook aveva radunato le community più rilevanti d’Europa. Dopo uno scambio di bigliettini da visita, ci siamo promessi non ci saremmo persi di vista.

A luglio 2019 era insieme a noi a Roma al Facebook Community Day, dove ci siamo visti di sfuggita durante le pause tra una conferenza e l’altra.

A ottobre 2019 era insieme a noi a Milano per la presentazione della classifica delle 50 realtà italiane più impattanti su Facebook, presentata da Forbes.

A dicembre 2019, in un bar in centro a Bologna, abbiamo deciso che avremmo supportato il suo progetto con tutta la nostra forza.

Mario D’Angelo è nato nel 2011.

E’ lì che FightTheStroke ha preso una forma concreta, nonostante sia nata ufficialmente nel 2014.

Non si sono arresi all’evidenza. Hanno da subito capito che, in questi casi, ogni secondo passato a piangersi addosso è un secondo perso.

La concretezza: quella avrebbe migliorato in modo significativo la vita di Mario.

E di azioni concrete FightTheStroke, a partire dalla sua nascita, ne ha fatte registrare parecchie.

Basti pensare che il primo centro Stroke neonatale e pediatrico italiano è nato grazie alla collaborazione tra FightTheStroke e l’ospedale pediatrico Gaslini di Genova: questo centro si occupa di diagnosi, ricerca e assistenza a neonati e bambini su ictus pediatrico e neonatale, dando anche la possibilità di richiedere informazioni sui regimi di assistenza sanitaria online a questo link.

FightTheStroke promuove la condivisione, l’esperienza, l’interazione come parti integranti del processo di riabilitazione.

Come lo fa?

In miliardi di modi.

Una dei loro progetti che ci ha colpito particolarmente è il Fight Camp, un camp di riabilitazione intensiva attraverso lo sport, dedicato a bambini con impaccio motorio, con iscrizione gratuita. Con cadenza regolare, decine di bambini si iscrivono da tutta Italia per entrare in un’altra dimensione di “malattia”: perchè, come ribadiscono più volte i fondatori durante i loro interventi, bisogna considerare come un dono quello che si ha e come un’opportunità quello che manca. 

17 milioni di bambini nel mondo hanno diagnosi di Paralisi Cerebrale Infantile.

Alcuni dati che devono farci riflettere:

  • Non esiste ad oggi una cura conosciuta per la Paralisi Cerebrale Infantile.
  • 1 bambino su 2 con Paralisi Cerebrale soffre anche di dolore cronico.
  • 1 bambino su 2 con Paralisi Cerebrale ha anche un deficit cognitivo.
  • 1 bambino su 3 con Paralisi Cerebrale non può camminare.
  • 1 bambino su 4 con Paralisi Cerebrale ha l’epilessia.
  • 1 bambino su 4 con Paralisi Cerebrale ha un disturbo di tipo comportamentale.

Rendere migliore la vita di quanti più giovani affetti (e rispettive famiglie) è diventata la missione numero uno di FightTheStroke. Per rendere questa missione concreta, serviva uno strumento che gli consentisse di entrare nelle case dei bambini affetti, in modo naturale ma funzionale.

Da questa missione è nata Mirrorable online, una piattaforma online che promuove un modello riabilitativo completo, basato su esercizi ed attività interattive volte a stimolare il sistema dei neuroni a specchio: questo servizio è stato sviluppato grazie all’aiuto del professor Rizzolatti dell’Università di Parma, che ha capitanato il gruppo di ricerca che ha scoperto questo sistema.

Un piccolo passo indietro.

Cosa sono i neuroni a specchio?

I neuroni specchio sono cellule cerebrali che si attivano sia quando compiamo un’azione, sia quando osserviamo un altro individuo eseguire un’azione simile. Si trovano nelle aree motorie e premotorie, nella corteccia parietale inferiore del cervello, nell’area di Broca. Questa particolare categoria di neuroni, originariamente scoperta negli anni ’90 dal gruppo di neuroscienziati dell’Università di Parma guidati del prof. Giacomo Rizzolatti, può giocare un ruolo fondamentale nei processi di apprendimento, di imitazione, e dell’empatia.

Sulla questa base nascono la maggior parte dei progetti di FightTheStroke, a cui auguriamo quanto più successo possibile.

A Francesca e a Roberto (che ancora non conosciamo personalmente, ma siamo sicuri non mancherà occasione) auguriamo il meglio. A Mario diciamo:

Se hai acquisito un decimo della forza dei tuoi genitori, ti costruirai la vita dei tuoi sogni.

Dal 22 dicembre 2019 al 31 gennaio 2020, Pro-Med devolverà a FightTheStroke 10 euro per ogni servizio acquistato dai suoi studenti, Scuola Online o Corso Frontale. Questo si aggiunge alla promozione natalizia dei nostri Corsi. A Natale dobbiamo essere tutti più buoni.

Pro-Med Family

_

Pro-Med è una community lanciata e gestita da studenti universitari che si occupa di dare supporto a tutti coloro che vogliono studiare e lavorare nell’ambito medico sanitario. “Circondati di persone, non di libri” è quello in cui crediamo di più: avere delle persone su cui fare affidamento nei momenti difficili della preparazione per il test è cruciale. Nei nostri Corsi di preparazione (sia online che offline) l’ambiente che vogliamo si respiri è di familiarità, tranquillità, condivisione: sappiamo di cosa hai bisogno, perchè dal percorso che stai percorrendo ci siamo passati anche noi. 

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Condividi su email
small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.