Basta rimandare lo studio: sfrutta l’effetto Zeigarnik

Siamo a Vienna, un po’ di anni fa.

Una psicologa, Bluma Zeigarnik è seduta ad un tavolo, in un ristorante qualunque nella città austriaca.
Osservando il via vai di camerieri dalla cucina alla sala la psicologa lituana, dopo ore di osservazione, si rende conto di una particolarità, a suo dire, curiosa: i camerieri ricordavano perfettamente gli ordini non ancora serviti, mentre gli ordini serviti venivano rapidamente dimenticati ed archiviati.

Per capire la valenza scientifica di questa prima osservazione, Bluma porta questa idea nel suo laboratorio, che quindi inizia a reclutare cavie da sottoporre ad un semplice programma: a tutti vengono proposte delle attività da portare a termine, di diverso tipo.
La differenza è che alle cavie verrà impedito di terminare alcune di queste attività.

Attraverso un sondaggio alla fine dell’esperimento, Bluma nota come, alla richiesta “Quali attività ricordi di più?” le cavie rispondono con le attività non completate.

Tendiamo a tenere a mente l’irrisolto, l’incompleto.

Quindi, come provare a sfruttare a proprio favore l’effetto Zeigarnik?

Prendiamo ad esempio il caso di un ipotetico studente di quinta liceo che deve, oggi, iniziare a prepararsi per il test di ammissione a Medicina.

Ha uno scoglio che, se visto da fuori, sembra insormontabile: tutto lo studio che deve mettere in scena per garantirsi una preparazione adeguata per il superamento della prova.

Questo senso di “insormontabilità” lo porta (per indole umana) a rimandare questa attività, a cercare di dimenticarla, di rimuoverla dall’imminente, di archiviarla momentaneamente per poi riprenderla in un secondo momento (o magari in un terzo).
Ma questo senso di insormontabilità calerebbe drasticamente se questo studente di quinta liceo, semplicemente, iniziasse il suo percorso di preparazione.

Si, semplicemente iniziare aiuta ad abbattere il tasso di procrastinazione, permettendoci di ottenere un vantaggio competitivo non indifferente.
E’ come se, nella nostra mente, scattasse un meccanismo simile a quello che le serie TV ci mettono di fronte ad ogni puntata:
il “to be continued“, il fatto che ogni puntata si interrompa sul più bello, il fatto che, via via che proseguiamo con la nostra attività abbiamo una voglia sempre maggiore di terminarla.

Hai mai visto una persona smettere di guardare una serie TV da 50 puntate alla 45esima? Io personalmente no.
Più vai avanti, più vorrai andare avanti.

Più leggerai, più vorrai leggere.

Più starai sdraiato sul divano ad oziare, più sarai invogliato a farlo.

Semplicemente inizia, non è una banalità.

Datti piccoli obiettivi, celebra ogni piccola vittoria ed inizia.

Anzi, già che ci sei, inizia subito.

Perché sai, prima inizi e prima hai più voglia di finire

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Condividi su email
small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.