Correzione test Medicina 2020: tutti i quiz della prova commentati

3 settembre 2020. Il MIUR ha deciso di pubblicare il testo del test di Medicina 2020, il classico documento che ogni anno viene pubblicato qualche ora dopo la prova. Nel documento in questione le opzioni “A” di tutti i quiz sono quelle esatte. Ci siamo presi la briga di commentare tutti i quesiti, in modo da far capire agli studenti delle community Pro-Med il motivo che si cela dietro quella o quell’altra risposta esatta.

Puoi scaricare i quiz del test di Medicina 2020 cliccando qui. Ti consiglio di scaricarlo e poi di tornare qui, per leggere le soluzioni commentate di ogni quiz.

Siamo Pro-Med, siamo ragazzi che aiutano gli studenti a realizzare i propri sogni universitari e lavorativi e siamo onorati di poterti spiegare l’intero test qui, in questo articolo.

Tieni d’occhio la nostra community Facebook e il nostro canale Instagram in queste ore, perchè pubblicheremo molti approfondimenti e tante chiavi di lettura per leggere al meglio il test appena passato.

Prima di partire, ti lascio l’articolo di comparazione tra il test di Medicina 2020 e quello del 2019: è un’analisi dettagliata scritta da noi, se vuoi leggerla ti basta cliccare qui.

__

Sezione di Cultura generale e Logica

Domanda 1

“Il Signore degli Anelli” fu scritto da JRR Tolkien, professore di linguistica ad Oxford, e pubblicato nel 1954. Costituisce l’opera massima del genere fantasy e ha ispirato la trilogia di film di Peter Jackson, adattamento dello stesso libro, il cui ultimo capitolo, “Il ritorno del Re”, ha vinto un totale di 11 oscar, record a pari merito con “Titanic”. Sempre di Tolkien sono altri libri ambientati nella Terra di Mezzo fra cui “Lo Hobbit” e “Il Silmarillion”.

Domanda 2

Le opere citate sono tutte di Sigmund Freud e costituiscono la base della fondazione della psicanalisi. Unica eccezione è “Al di là del bene e del male”, opera filosofica di Friedrich Nietzsche e simbolo del nichilismo.

Domanda 3

La definizione indica un soldato che rivolge la sua fedeltà al miglior offerente e per lui combatte. Questo identifica quelle truppe chiamate nel linguaggio comune “Mercenari”.

Domanda 4

Il potere legislativo, normalmente prerogativa del Parlamento, in condizioni di emergenza può essere assunto ed esercitato dal Governo tramite i Decreti Legge, leggi che entrano in vigore immediatamente, ma che dovranno essere ratificate in seguito dal Parlamento. A partire soprattutto dagli anni ’90 lo strumento del Decreto è stato secondo molti abusato e ad oggi sono spesso promulgate leggi con questa metodica, anche al di fuori di situazioni di emergenza.

Domanda 5

I termini “Miraggio” e “Fata Morgana” possono entrambi riferirsi a un oggetto immaginato e desiderato dal soggetto; “Limpido” e “Argentino” si riferiscono a superfici prive di imperfezioni e che riflettono la luce, spesso usati in descrizione di specchi d’acqua; “Stretto” e “Canale” sono modi diversi per chiamare un tratto di Mare o corpo d’acqua di larghezza inferiore a quelli adiacenti, il primo più usato per istanze naturali di questa condizione, il secondo più per quelle artificiali, ma comunque intercambiabili; “Forte” e “Bastione” sono due modi per riferirsi alle sezioni di una fortezza più massicce e resistenti, spesso collocate lungo le mura difensive. “Scabro” e “Liscio” invece sono contrari, con il primo aggettivo per descrivere superfici che presentano imperfezioni e che non risultino lisce al tocco.

Domanda 6

Ippocrate è considerato il fondatore della Medicina, fu il primo a raccogliere le pratiche mediche nel “Corpus Hippocraticum” e cercò di delineare regole di base per quella che era una disciplina ancora approssimativa. Viene ricordato nel “Giuramento di Ippocrate” che non deve però attribuirsi allo stesso Ippocrate, ma deve essere considerato un falso storico, probabilmente di epoca medievale.

Domanda 7

Dato che l’ora italiana indicata sono le 19 e che le ore aumentano verso est, la soluzione poteva essere individuata nella città più ad Est rispetto all’Italia. Essendo Lima in Perù, quindi indietro di 6 ore (GMT-5), Cape Town in Sudafrica, avanti di un’ora (GMT+2), Baku in Azerbaijan, avanti di 3 (GMT+4),  e Bombay in India, avanti di 4:30 (GMT+5:30), la risposta esatta risultava Seoul, in Corea del Sud, avanti di 8 ore (GMT+9). La risposta poteva comunque essere individuata senza sapere gli orari precisi ma solo confrontando la longitudine delle varie opzioni.

Domanda 8

Lo Zenit è il punto al centro del cielo, quindi un astro che vi si trova sta inviando i suoi raggi perpendicolarmente al punto di osservazione sulla superficie del pianeta. Nei giorni di solstizio, che segnano l’inizio dell’estate e dell’inverno, la durata del giorno o della notte è massima rispetto agli altri giorni dell’anno. Nel caso del solstizio d’estate il Sole illumina soprattutto l’emisfero boreale (Nord) del pianeta e si trova perpendicolare al Tropico del Cancro, individuato proprio in questo modo, parallelo all’Equatore passante per il Nord Africa. Il Tropico del Capricorno è il suo equivalente nell’Emisfero Australe e riceve la luce perpendicolare nel solstizio d’inverno. Nel caso degli Equinozi, invece, il sole batte perpendicolare all’Equatore.

Domanda 9

Tutti gli scienziati citati furono attivi nella prima metà del ‘900 e contribuirono alla scoperta delle strutture atomiche e allo sviluppo di tecnologie basate su di esse e sulla loro radioattività. Oppenheimer è ad esempio considerato il padre della bomba atomica, mentre a sviluppare dal punto di vista teorico e sovrintendere la costruzione del primo reattore nucleare (negli USA) fu proprio l’italiano Enrico Fermi, fra i padri anche della Meccanica Quantistica.

Domanda 10

L’attuale presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è insediato nel 2015 prendendo il posto di Giorgio Napolitano, il quale a sua volta aveva preso il posto di Carlo Azeglio Ciampi nel 2006 (venendo poi riconfermato nel 2013 e dimessosi dopo solo due anni). Ciampi era subentrato a Oscar Luigi Scalfaro, presidente dal 1992 al 1999.

Domanda 11

Le tre leggi della robotica furono teorizzate da Isaac Asimov, uno dei massimi autori di Fantascienza, e usate come base per la sua ampia raccolta di romanzi e racconti con personaggi e protagonisti proprio i robot che obbediscono a tali leggi, come ad esempio “Io robot”.

Domanda 12

Questa sindrome prende il nome di SARS, proprio dall’acronimo di “Severe Acute Respiratory Sindrome”. Una sua variante, apparsa in Medio oriente nel 2012, prese il nome di MERS (Middle-East Respiratory Sindrome). Lo stesso nome è stato invece usato per la malattia causata dal CoViD-19: SARS-CoV2.

Domanda 13

La parola Celere viene usata come epiteto per indicare le forze di polizia, proprio per via della loro velocità nell’intervenire sul luogo del crimine che le caratterizzava in tempi dove i mezzi più veloci erano riservati alle forze dell’ordine. Allo stesso tempo mantiene il suo significato proprio di veloce, che ha fra i suoi sinonimi anche “sollecito”.

Domanda 14

Nel testo della domanda si indica come “Il motivo dell’aumento” siano i corsi di Hydrospinning, quindi questi sono stati sicuramente determinanti nel causare l’aumento. Il fatto che sia un’introduzione inoltre ci garantisce che questi non fossero presenti nel 2018. La frase “A differenza delle altre ha registrato un aumento” ci indica come le altre non abbiano aumentato gli iscritti, ma non ci da informazioni sul fatto che siano diminuiti o rimasti uguali, perciò non possiamo affermare con certezza che tutte le altre abbiano visto scendere i propri iscritti. L’opzione con “Almeno una” non è da escludere poiché indica che un numero di piscine >=1 hanno aumentato i propri iscritti e quindi l’essere successo alla sola Thalasso non la rende falsa.

Domanda 15

Avendo a disposizione 3 colori per il cerchio e 2 per lo sfondo le combinazioni possibili sono 2*3=6. Dato che però viene chiesto in quanti modi può modificare l’originale, l’originale stesso non va considerato e va sottratto dal totale, trovando un risultato di 5.

Domanda 16

Dato che 7 è un numero primo, perché questo sia parte dei fattori di m, dovrà apparire in uno dei tre termini dell’equazione sé stesso o un suo multiplo. Sapendo che il numero m è di tre cifre possiamo definire che n debba essere minore di 10 poiché il prodotto delle tre parentesi altrimenti supererebbe 1000. Questo significa che il numero 7 deve apparire direttamente come risultato di una delle tre somme e quindi avremo le tre possibilità n=6, n=5 e n=4 che fanno risultare 7 fra i numeri che moltiplicati daranno m, rendendolo un suo divisore.

Domanda 17

Un classico esempio di problema di logica verbale. Stando al testo, due fra i tre amici, Enea, Giorgio e Nicolò sono nati a Roma. Tuttavia, il testo ammette che solo Enea o Giorgio siano nati a Milano, quindi Nicolò è sicuramente nato a Roma. Dal momento che il testo aggiunge: “Se Nicolò è nato a Roma, allora Giorgio è nato a Roma” non può che essere quest’ultimo il secondo amico romano, per tanto l’opzione corretta è “Giorgio e Nicolò sono nati a Roma”. A conferma di questo, tutte le altre opzioni contravvengono una delle premesse (due prevedono Nicolò nato a Milano, una prevede tutti e tre gli amici nati a Roma), salvo una. Infatti l’opzione “Enea è nato a Roma, Giorgio a Milano” potrebbe sembrare corretta, ma anche lei si rivela inesatta perché, sempre per le premesse del test, se Enea nasce a Roma, lo fa anche Nicolò, ma se Nicolò nasce a Roma ecco che anche Enea deve esser nato a Roma e questo sbugiarda quest’opzione, che infatti appartiene alle opzioni non corrette.

Domanda 18

La formula per venire a capo di questo problema, è cercare un multiplo di 13 che, se sottratto ai 107€ che sono l’ammontare totale del costo dei secondi piatti, pagato dagli amici,  mi rende un valore divisibile per 11. Sapendo che gli amici non sono più di dieci, o semplicemente guardando le opzioni, si intuisce come questo multiplo di 13 non sia maggiore di 117 (13*9) che d’altronde è anche più grande del totale, quindi non può essere la cifra corretta. Proseguendo con i tentativi, si arriva a testare l’opzione 52 (13*4), che sottratta a 107 mi restituisce 55, multiplo di 11. Per questi ragionamenti si deduce che l’opzione corretta è “4”.

Domanda 19

Dai dati del quiz è noto che il materiale di cui gli anelli di Tommaso sono composti, è fatto per 3/4 da oro (75%), per 1/8 da  argento (12,5%) e per l’altro ottavo da rame (12,5%). Sapendo questo, posso dedurre che i 12 g di argento, sono sufficienti per 96 grammi di oro verde (12/(1/8) = 12*8), i  28 di rame addirittura per 224, mentre i 60g di oro, provvedono solo a 80g di oro verde (60/(3/4) = 60*4/3). Sarà quindi quest’ultima la quantità massima di oro verde che Tommaso potrà creare senza dover acquisire altro oro, pertanto la risposta corretta al quesito è “80”.

Domanda 20

La presidente Alice si è guadagnata il seggio con il 66% dei voti, mentre l’avversario si è portato a casa solo il 22% dei consensi (1/3 di quelli di Alice). Se si sommano le percentuali, si ottiene 0,88% che è la percentuale degli aventi voto che ha espresso un opinione. Dunque il 12% dei membri del club si è astenuto, che il testo ci dice essere un totale di 18 membri. Dunque per arrivare alla soluzione è sufficiente impostare la proporzione 12:100 = 18 : X. Risolvendola, arriviamo alla soluzione corretta, che risulta pertanto essere “150”!

Domanda 21

Ponendo LU la lunghezza del foglio A0 possiamo affermare che la larghezza di questo foglio è data da LU/radice di 2. Poiché per ricavare il formato successivo si divide a metà il lato lungo, la larghezza del nuovo foglio sarà LU/2 e la sua lunghezza sarà data dal lato che nel formato originale costituiva la larghezza, ovvero LU/ radice di 2. Ripetendo lo stesso ragionamento nel passare da A1 a A2 avremo lunghezza di LU/2 e larghezza di LU/2 x radice di 2 (data da (LU/radice di 2)/2). Nel passare di due formati la lunghezza è quindi passata da LU a LU/2. Proseguendo per altri due troveremo che la lunghezza di nuovo si dimezza e avremo che il foglio A4 ha lunghezza LU/4

Domanda 22

Il testo del problema inventa un operatore che impone, come risultato, di calcolare il prodotto dei due termini e sommare poi il reciproco del primo e del secondo fattore. Prendendo dunque l’espressione e svolgendola,  si ottiene (ab  -a -b) ◊ c – (ac -a -b)◊ b. Eseguendo ancora l’operazione si ottiene (ab-a-b)*c -(ab-a-b)-c- [(ac-a-c)*b-(ac-a-c)-b]. Eseguendo i prodotti e semplificando tutti gli elementi reciproci ecco che si ottiene la risposta corretta, ovvero “2b-2c”.

__

Sezione di Biologia

Domanda 23

Con il termine “leucociti” si intende la grande famiglia dei globuli bianchi, cellule adibite alla protezione dell’organismo. La loro funzione è infatti quella di intervenire nei processi di difesa dell’organismo tramite attacco diretto del patogeno e produzione di anticorpi. Si formano dalle cellule staminali del midollo osseo. (quindi sono da escludere le opzioni: “prodotti dal sistema nervoso” e “prodotti dal tessuto osseo”). All’interno dei leucociti si possono poi distinguere diversi tipi di cellule. In particolare, i granulociti, si differenziano per il loro aspetto, in quanto presentano nel citoplasma dei grossi granuli che si rendono anche visibili dopo colorazione al microscopio ottico. I granulociti si dividono in: neutrofili , eosinofili e basofili, in base ai coloranti con cui si “legano” (i neutrofili con coloranti neutri, gli eosinofili con quelli acidi, i basofili con quelli basici). I linfociti sono invece un tipo particolare di leucociti. La risposta corretta è quindi: “ leucociti”.

Domanda 24

Con il termine “nefrone” ci si riferisce all’unità funzionale del rene. “Unità funzionale” nel senso che è la più piccola parte del rene in grado di svolgere tutte le funzioni dell’organo. Ogni nefrone è costituito da due parti fondamentali: il corpuscolo renale e il sistema tubulare. Il primo è formato dal glomerulo e dalla capsula di Bowman che lo racchiude, il secondo invece è formato dal tubulo contorto prossimale, dall’ansa di Henle, dal tubulo contorto distale e dal dotto collettore. A parte i nomi, è importante ricordare che il corpuscolo renale ha l’importante funzione di filtrare mentre il sistema tubulare riassorbe, secerne soluti e trasporta il filtrato ai dotti collettori. Il funzionamento del nefrone è molto complesso e preciso e ha importantissime funzioni per l’organismo in quanto consente di eliminare i prodotti di scarto del catabolismo azotato e i prodotti tossici in generale, permette inoltre di regolare il volume del liquido extracellulare e il pH dell’organismo. La risposta corretta è quindi: “l’unità funzionale del rene”.

Domanda 25

Quando parliamo di capside ci riferiamo al rivestimento proteico che circonda i virus e li protegge dall’ambiente esterno. Alcuni virus possiedono addirittura un altro rivestimento esternamente al capside, chiamato “pericapside”, che conferisce ancora più protezione e rigidità alla struttura virale. Il capside è costituito dalla ripetizione di subunità proteiche chiamate capsomeri, a loro volta formate dalla ripetizione di una o più protine. Proprio perchè circonda la struttura virale contiene il genoma di un virus, che può essere costituito da DNA o da RNA. La risposta “l’involucro dei batteri” è sbagliata in quanto i batteri sono dotati di parete e non di capside. Ricordiamo infine alcune generalità sui virus: sono particelle subcellulari (non sono definibili cellule), sono parassiti intracellulari obbligati (sono in grado di replicarsi solo sfruttando le risorse della cellula ospite, altrimenti autonomamente sono solo particelle inerti) e sono in grado di infettare tutte le forme di vita. La risposta corretta è quindi: “l’involucro dei virus”.

Domanda 26

Bisogna stare attenti a non confondere anatomia e sistema di conduzione del cuore, perchè, pur facendo parte della stessa sfera, sono due termini che descrivono concetti diversi della struttura cardiaca. Con l’anatomia ci si riferisce alle strutture “fisiche” (come appunto le valvole, i vasi sanguigni, ecc..), mentre con il termine “sistema di conduzione” si intende proprio come si genera e si propaga il battito cardiaco. Il cuore è un muscolo che, grazie ad un complesso sistema di cellule specializzate, riesce ad operare in “autonomia”. In particolare il nodo senoatriale permette di generare l’impulso. E’ situato nella parte anteriore della giunzione dell’atrio destro con la vena cava superiore ed è costituito da tessuto connettivo che circonda cellule miocardiche. Come anticipato, origina gli stimoli elettrici che si trasmettono poi al tessuto muscolare dell’atrio, provocandone la contrazione. La risposta esatta è quindi: “il nodo senoatriale”.

Domanda 27

Procediamo ad esclusione. Cosa sappiamo del pancreas? Prima di tutto che è una ghiandola. Ma non basta. E’ infatti costituito da una parte a secrezione esocrina (il secreto, ovvero il prodotto ghiandolare, viene riversato all’esterno del corpo o in una sua cavità naturale) e da una parte a secrezione endocrina (il secreto viene immesso nel circolo sanguigno). Da questo ragionamento deduciamo che le risposte “il pancreas è una ghiandola esocrina” e “il pancreas è una ghiandola endocrina” sono vere, quindi le escludiamo, dato ch e il test di chiede di trovare l’affermazione errata. Sappiamo anche che il pancreas interviene nel processo digestivo, producendo vari enzimi digestivi (amilasi, lipasi ecc..), quindi escludiamo anche l’opzione “il pancreas produce enzimi digestivi, in quanto vera. Le isole pancreatiche costituiscono la parte endocrina dell’organo, quindi il loro prodotto finisce nella circolazione sanguigna, escludiamo allora anche la risposta “il secreto delle cellule delle isole pancreatiche viene riversato nel sangue”. Resta la risposta “il prodotto della secrezione pancreatica viene riversato nello stomaco”, che è la risposta da mettere in quanto è l’unica falsa. I succhi pancreatici si riversano infatti nell’intestino.

Domanda 28

Il midollo spinale appartiene al sistema nervoso centrale e collega il cervello con il resto dell’organismo. Si serve dei nervi per trasportare informazioni verso gli altri organi e le altre parti del corpo e fa anche il percorso inverso per portare al cervello i segnali provenienti dal corpo. E’ costituito da un insieme di fibre nervose che scorrono nella colonna vertebrale e possiamo distinguere una sostanza bianca esterna (costituita dal prolungamento dei neuroni) e una sostanza grigia interna (formata dal corpo dei neuroni). Neuroni in senso generico, non precisamente e solo motoneuroni. Sono presenti inoltre rivestimenti meningei che lo proteggono. Gli oligodendrociti e le cellule di Schwann fanno parte delle “cellule della neuroglia”, ovvero sono cellule gliali che hanno funzione nutritiva e di sostegno per i neuroni. In particolare gli oligodendrociti Entrambe formano la guaina mielinica degli assoni dei neuroni. La risposta corretta è quindi: “gli oligodendrociti formano la guaina mielinica degli assoni”.

Domanda 29

All’interno della struttura degli acidi nucleici sono presenti i gruppi fosfato, quindi ci sono degli atomi di fosforo (P), motivo per cui risulterà evidenziato il fosforo marcato. Lo stesso discorso vale per lo zolfo marcato, dato che questo elemento si può trovare in molti amminoacidi (come la cisteina, la metionina..) e quindi nelle catene polipeptidiche. Questa combinazione di “marcature” permette di dimostrare che il materiale genetico è costituito da entrambe le molecole: da proteine e da acidi nucleici. La risposta esatta è quindi “l’isotopo S 35 viene inglobato nelle proteine del capside virale e l’isotopo P 32 nell’acido nucleico del virus”. In questo caso la risposta è da cercare proprio nella natura molecolare dei due composti, andando a ricordare dove sono presenti/assenti questi atomi all’interno della loro struttura.

Domanda 30

Dal momento che 0 è un carattere recessivo, sicuramente la donna è omozigote (00), mentre l’uomo AB avrà come alleli A e B, che sono entrambi caratteri dominanti. Essendo dominanti sullo zero sicuramente i figli erediteranno dal padre o un allele A o un allele B, che si andrà a “unire” all’allele zero donato dalla madre, che risulterà però “oscurato” dalla dominanza di A o di B. I gruppi sanguigni dei figli saranno quindi sicuramente o A o B. Escludiamo la risposta “0Rh-” e anche quella “0Rh+” perchè impossibile che si generi un gruppo sanguigno 0 (che è recessivo) se solo un genitore possiede l’allele. Escludiamo anche i gruppi AB in generale, in quanto la madre non possiede né un allele A né un allele B da donare, quindi sarà impossibile che si generi un gruppo AB, in quanto solo il padre possiede entrambi questi alleli. (per verificarsi la madre dovrebbe avere almeno un allele A o un allele B). La risposta corretta è quindi “BRh-” e ci si arrivava per esclusione o per ragionamento considerando anche il fatto che è vero che il fattore Rh + è dominante su quello Rh -, ma il testo ci dice che il padre è AB Rh+ eterozigote, quindi possiederà anche un allele Rh-, che incrociandosi a quello della madre (per forza omozigote, dato che Rh- è recessivo) potrà dare come risultato proprio Rh-.

Domanda 31

I vacuoli sono importantissimi organelli cellulari che possiamo trovare nelle cellule vegetali. Le cellule vegetali mature in genere contengono un grosso vacuolo, che può occupare la maggior parte del volume interno della cellula. Il vacuolo è circondato dal tonoplasto, una membrana importantissima per il trasporto cellulare e per la regolazione enzimatica. La funzione principale del vacuolo è quella di accumulo: il succo vacuolare è costituito da acqua, ioni, metaboliti secondari, acidi organici, pigmenti, proteine e sostanze di riserva. L’osmosi è un particolare tipo di trasporto cellulare in cui il solvente (tipo l’acqua) passa attraverso una membrana semipermeabile. Se il vacuolo è in una soluzione ipotonica significa che il contenuto di soluti è maggiore all’interno del vacuolo e quindi l’acqua tenderà ad entrare in esso, per “diluire” l’ambiente. (con conseguente rigonfiamento del vacuolo). Al contrario, se la soluzione è ipertonica significa che i soluti sono concentrati maggiormente all’esterno del vacuolo e quindi l’acqua tenderà ad uscire, restringendo il vacuolo. La risposta esatta è quindi: “osmosi”.

Domanda 32

Partiamo innanzitutto dalla sequenza nucleotidica AUGCCAUGGAAGAGA e la suddividiamo in modo da dividere i vari codoni in questo modo: “AUG-CCA-UGG-AAG-AGA”.

Essa codifica per gli amminoacidi Met-Pro-Trp-Lys-Arg, in quanto ogni codone (ricorda che un codone è rappresentato da 3 nucleotidi adiacenti) specifica sempre per un solo amminoacido. Se è presente una sostituzione del nono nucleotide (GàA), il codone che nella sequenza era “UGG” diventerà “UGA”. Sappiamo però che “UGA” è un codone di stop! Di conseguenza la traduzione si interromperà non appena troverà “UGA” e la catena proteica che verrà prodotta sarà composta solamente dagli amminoacidi Metionina e Prolina. Quindi la risposta corretta è “la terminazione della catena proteica con l’amminoacido Pro perché la nuova tripletta che si verrebbe a formare è una tripletta di stop”.

Domanda 33

Un operone è una unità trascrizionale presente nei procarioti che permette l’espressione di più geni implicati nella stessa funzione. Considerando l’operone Lac, importante per il metabolismo del lattosio, è un operone inducibile poichè la sua regolazione è operata da un repressore che normalmente è legato all’operatore e blocca la trascrizione. Nel momento in cui è presente lattosio, esso stesso riesce a legarsi al repressore impedendo il legame con l’operatore. Così facendo l’operone diventa accessibile al complesso degli enzimi della trascrizione, che trascriveranno enzimi importanti per il metabolismo del lattosio, come le lattasi.

Quindi la risposta corretta è “quando è presente lattosio nel mezzo di coltura”.

Domanda 34

Gli enzimi di restrizione sono un gruppo di enzimi in grado di idrolizzare il legame fosfodiesterico tra due nucleotidi adiacenti.

In questo caso l’enzima BamHI taglia il DNA nella sequenza:     G ↓ G─A─T─C─C        C─C─T─A─G ↑ G

Analizzando la sequenza, possiamo notare come essa sia palindroma (GGATCC nell’altro filamento è disposta in modo invertito, ovvero CCTAGG). Enzimi come BamHI sono enzimi di restrizione capaci di tagliare la sequenza palindromica in posizioni sfalsate idrolizzando su un filamento un ponte fosfodiesterico distante alcune basi da quello dell’altro filamento. Si generano così due frammenti con estremità coesive (coesive perché facilmente saldabili grazie a enzimi chiamati ligasi). Non vengono generate delle estremità piatte perché come è evidente in figura, il taglio non avviene in modo netto e verticale (esempio, non viene idrolizzato sia il legame tra GG sia quello tra CC). Quindi la risposta corretta è “2 con estremità coesive”.

Domanda 35

Considerando il ciclo cellulare di una normale cellula somatica adulta, è costituito da una fase di crescita (interfase) e una fase di divisione cellulare (fase M, o mitosi).

L’interfase può ulteriormente dividersi in 3 sottofasi: G1 (prettamente di accrescimento), S (fase della sintesi, dove avviene la duplicazione del DNA) , G2 (fase di post-sintesi, nella quale la cellula si prepara alla successiva mitosi). Tuttavia esistono alcune cellule, come i cardiomiociti nel cuore, che si trovano in fase G0, in una sorta di quiescenza. Questo tipo di cellule, a meno di traumi estesi a livello del miocardio, normalmente non hanno capacità di proliferare e quindi entreranno in questa fase G0 in modo più o meno permanente. Quindi la risposta corretta è “G0”.

Domanda 36

La meiosi è un processo mediante il quale una cellula eucariotica con corredo cromosomico diploide dà origine a quattro cellule figlie con corredo cromosomico aploide. Si compone di due fasi, Meiosi I e II. La meiosi I è riduzionale, la meiosi II è equazionale. A livello della meiosi I, in particolare in anafase, avviene la separazione dei cromosomi omologhi che precedentemente in profase si erano associati assieme a comporre le tetradi. E’ proprio per questo motivo che la meiosi I è detta riduzionale, in quanto da 2n si passa ad n (dovuto, appunto, alla separazione dei cromosomi omologhi).

Quindi la risposta corretta è “i cromosomi omologhi si separano”.

Domanda 37

Analizziamo ogni abbinamento struttura-funzione. Il Reticolo Endoplasmatico Liscio (REL) è un organulo molto esteso adibito soprattutto all’immagazzinamento dello ione calcio, alla sintesi di lipidi e alla detossificazione di sostanze pericolose per il corpo come i veleni. Il citoscheletro comprende microtubuli, microfilamenti e filamenti intermedi che sono strutture importantissime per mantenere la struttura della cellula, organizzare il fuso mitotico, e molto altro.

L’apparato di Golgi invece è un organulo cellulare fondamentale adibito alla modificazione delle proteine provenienti dal RER. I lisosomi sono vescicole all’interno delle quali avvengono meccanismi di demolizione di varie sostanze organiche (presente un pH molto acido). Quindi la risposta corretta è “Nucleolo – Sintesi di RNA ribosomiale”.

Domanda 38

Tutte le strutture proposte fanno parte del sistema delle endomembrane. Tale sistema è chiamato in questo modo in quanto gli organuli sono collegati fra loro attraverso il contatto diretto o tramite il trasferimento di segmenti di membrana sotto forma di vescicole. A questo sistema non fanno parte i mitocondri, i quali seguono l’origine della teoria endosimbiontica. Quindi la risposta corretta è “Mitocondrio”.

Domanda 39

Durante la fase luminosa della fotosintesi, catalizzata dall’energia solare, vengono prodotte le seguenti molecole: O2 + ATP + 2NADPH + 2H+. Nella fase oscura avviene il Ciclo di Calvin, dove ad ogni ciclo vengono utilizzate 12 molecole di ATP e 12 molecole di NADPH al fine di produrre come resa netta 10 G3P (rientreranno nel ciclo) ed altre 2 G3P, utilizzate per la creazione di zuccheri.

Quindi la risposta corretta è “ATP e NADPH”.

Domanda 40

I cloroplasti sono organuli presenti nelle cellule delle piante.  All’interno di questi organuli si svolge il processo della fotosintesi clorofilliana, che si compone di una fase luce-dipendente e di una fase oscura. La fase luce-dipendente, ovviamente, ha bisogno di luce solare. E’ per questo motivo che nelle cellule delle radici delle piante terrestri, presenti costantemente sotto terra, la luce solare non può arrivare e di conseguenza non potranno essere presenti cloroplasti.

Quindi la risposta corretta è “cloroplasti”.

__

Sezione di Chimica

Domanda 41

Tanto per cominciare non bisogna farsi spaventare dalla formula strana di questo composto, si scrive a parte un atomo di Manganese perché presenta un numero di ossidazione diverso (+2) dagli altri due atomi di Manganese (+3). Una possibilità è bilanciare la reazione da zero, partendo dai due elementi metallici, per finire con l’ossigeno, oppure possiamo provare direttamente le risposte fornite dal test. Cerchiamo di applicare quest’ultimo metodo, perchè risulta tendenzialmente più rapido rispetto al primo.

Intanto notiamo alcuni punti di riferimento, cioè che tra i reagenti la molecola di Hausmannite presenta tre atomi di Manganese, mentre a destra il manganese è in singolo, quindi il rapporto tra “a” e “d” è 3, quindi escludiamo la risposta “a = 3; b = 6; c = 3; d = 6 ”. Con lo stesso ragionamento notiamo il rapporto tra atomi di Alluminio a destra e a sinistra, per cui il rapporto “b:c” deve essere 2:1. Questo però non ci fa escludere nessuna delle risposte. Finiamo quindi applicando questo ragionamento all’Ossigeno, stabilendo che il rapporto tra “a” e “c” deve essere 3:4. L’unica risposta che rispetta questo requisito è “a = 3; b = 8; c = 4; d = 9 “, quindi quella giusta.

Domanda 42

Partiamo a ritroso in questo, invece di calcolare il pH da una concentrazione, ci ricaviamo la concentrazione dal pH facendo esattamente gli stessi passaggi. Intanto notiamo che abbiamo un idrossido, e che il pH è basico, ci conviene ragionare col pOH. Il pOH si ricava facendo 14-pH, quindi viene un pOH di 2. Analogamente al pH, il pOH corrisponde al logaritmo negativo della concentrazione di OH-, quindi ricaviamo la concentrazione facendo 10 elevato alla -pOH, e otteniamo 10-2 . Bisogna però tenere conto del fatto che l’idrossido di stronzio è una base diprotica, quindi libera 2 OH- per ogni molecola disciolta in acqua. Otteniamo la concentrazione di Sr(OH)2 semplicemente dimezzando la concentrazione di OH-. Quindi la risposta giusta è “5 x 10-3 M”.

Domanda 43

In questa domanda dobbiamo stabilire in quale coppia le molecole presentano entrambe almeno un legame polarizzato. Il criterio è per fortuna molto semplice da applicare perchè in tutte le risposte tranne una è presente almeno una molecola biatomica composta da un solo elemento. Queste molecola presentano legami apolari perchè essendo condivisi tra due atomi dello stesso elemento, gli elettroni non saranno sbilanciati verso un atomo piuttosto che un altro, quindi non essendo dipoli permanenti non potranno instaurare il legame richiesto dall’esercizio. La risposta è quindi quella che non presenta molecola apolari, “HCl, CHCl3”.

Domanda 44

Per risolvere questo esercizio dobbiamo impostare l’equazione dei gas perfetti, senza per forza trovare i valori di pressione e volume, ma semplicemente il loro rapporto dopo i vari cambiamenti.

Quindi P x V = n x R x T. Se aggiungiamo 3 moli di Elio, senza variare la temperatura, otteniamo 4n x R x T, e dato che R e T restano costanti, per mantenere corretta l’equazione dobbaimo moltiplicare per 4 anche a sinistra dell’equazione, quindi 4 x P x V. Dato che il testo dice che il volume raddoppia, per mantenere corretta l’equazione dobbiamo “dividere” il nostro 4 tra la pressione e il volume, che quindi mi fa ottenere 2V x 2P= 4n x R xT. Quindi la conclusione è che “la pressione raddoppia”.

Domanda 45

Analizziamo le affermazioni e vediamo se e perchè sono sbagliate

1)”Le ammidi non contengono un atomo di azoto” questa è errata, le ammidi si ricavano dalla condensazione di un gruppo aminico con un gruppo carbossilico. Siccome nella condensazione viene persa una molecola d’acqua, l’atomo di azoto si lega al carbonio carbossilico.

2)”le aldeidi non contengono un gruppo carbonilico” questa è errata perche le aldeidi per definizione contengono un gruppo carbonile (un atomo di azoto legato con un doppio legame a un carbonio in posizione 1, quindi che lega un atomo di idrogeno.

3)”gli alcoli conengono sempre legami covalenti doppi” falso, perché un gruppo alcolico è composto da un ossigeno che lega con due legami singoli un carbonio e un idrogeno

4)”gli alcheni includono sempre legami carbonio-carbonio tripli” falso, quelli sono gli alchini, gli alcheni si fermano a un legame carbonio carbonio doppio

5)”le ammidi contengono un gruppo carbonile” riprendendo l’affermazione 1, le ammidi si formano dalla condensazione di un gruppo carbossile con un gruppo aminico, in cui il gruppo idrossile (-OH) dell’acido si lega a un’idrogeno del gruppo aminico, mentre l’ossigeno legato al carbonio con doppio legame resta nel gruppo funzionale, quindi quest’affermazione è vera.

Quindi la risposta corretta è “le aldeidi contengono un gruppo carbonile”

Domanda 46

Il Litio ha numero atomico 3, nella tavola periodica si trova sotto l’Idrogeno, nel primo gruppo, presenta quindi tre elettroni, due appaiati nell’orbitale 1s e uno spaiato nell’orbitale 2s. Lo Ione Li+ ha perso un elettrone, quello nell’orbitale più esterno, quindi la sua configurazione elettronica, e la risposta a questo quesito, è “1s2”.

Domanda 47

Per risolvere questo tipo di esercizi bisogna per prima cosa calcolare il numero di elettroni totali presenti nella molecola. L’azoto (N) nello strato più esterno possiede 5 elettroni di valenza, mentre il fluoro (F) ne possiede 7. Dato che ci sono 3 atomi di fluoro e 1 di azoto, la somma sarà: 7+7+7+5=26 elettroni di legame. Disegno l’atomo di azoto al centro e dispongo attorno i suoi 5 elettroni: a 3 di questi si appaiano i 3 atomi di fluoro che così vanno a completare il loro ottetto, (in quanto ne avevano 7 ciascuno più 1 che hanno “preso” nel legame con l’azoto), mentre resta un doppietto elettronico libero sull’atomo di azoto. Se si va a contare ora ogni atomo della molecola ha raggiunto l’ottetto, quindi la molecola è energeticamente stabile.

Domanda 48

Anche in questo caso, come nell’esercizio precedente, determiniamo gli elettroni totali della molecola e la sua struttura di Lewis, che ci permetterà di risalire alla geometria molecolare. Il selenio ha, nel suo guscio più esterno, 6 elettroni, mentre il fluoro 7. La somma degli elettroni di legame sarà: 7 x 6 + 6 = 48. Disegno l’atomo di selenio al centro con i suoi 6 elettroni di valenza, ad ognuno dei quali aggancio un atomo di fluoro, che così facendo raggiunge l’ottetto. La geometria della molecola così trovata sarà ottaedrica, dove non ci sono coppie solitarie sull’atomo centrale e ci sono 6 legami (angoli di legame 90°). La risposta esatta è quindi: “SF6”.

Domanda 49

Intanto scriviamo la reazione di combustione dell’idrogeno, ovvero 2H2 + O2 → 2H2O. Quindi se l’esercizio ci fornisce 10 moli di H2 e 7 moli di O2, riconosciamo che il rapporto fra le due quantità non rispetta quello della reazione, ovvero 2:1. Troviamo che l’ossigeno è in eccesso, infatti se l’idrogeno si consuma completamente vengono consumate 5 moli di ossigeno, invece per consumare tutte le 7 moli di ossigeno servirebbero 14 moli di idrogeno, quindi dalla reazione avanzano 2 moli di ossigeno. Dobbiamo poi sommarci le moli di vapore acqueo formato, che sono in rapporto 2:2 con le moli di idrogeno, quindicsaranno 10 anche loro. La risposta corretta a questo quesito è quindi “12” moli presenti a fine reazione.

Domanda 50

Qui per prima cosa bisogna partire dai dati che abbiamo a disposizione per ricavare il numero di moli di NaOH. Conosciamo i grammi (10) e la massa molecolare (40), quindi basterà eseguire l’operazione 10/40 per ricavare il numero di moli, che verrà uguale a 0,25. A questo punto noi dobbiamo ragionare in termini di proporzioni, perchè dobbiamo trovare un volume che ci permetta di contenere 0,25 moli di una soluzione 5 M. Ragionando sulla concentrazione, capiremo che 5 M significa semplicemente che ci sono 5 moli di soluto in 1 litro di soluzione. Ne deduciamo che il volume si può trovare impostando la semplice proporzione → 5 : 1 = 0,25 : X → X = 0,05 litri, corrispondenti a 50 mL. Ragionare con le proporzioni era la chiave per risolvere velocemente il quesito senza correre il rischio di sbagliare.

Domanda 51

Questa domanda, o meglio, le alternative di risposta, sono scritte apposta con parole simili per confondere, quindi vediamo di analizzarle, riscrivendole in maiera univoca, per cui sostituiamo la locuzione “prodotto di solubilità” con “Kps” e “solubilità” con “concentrazioni relative”.
1)”la Kps di Zn(OH)2 non dipende dalla temperatura” questa affermazione è falsa, la Kps è analoga a qualsiasi costante di equilibrio (in cui non vengono presi in considerazione i reagenti perchè sono allo stato solido, a formare un precipitato), e come qualsiasi Keq dipende dalla temperatura (nello specifico aumentare la temperatura della soluzione aumenta la Kps, almeno nella maggior parte dei casi).
2)”le concentrazioni relative di Zn(OH)2 non variano se si aggiunge NaOH” questa è falsa perchè sappiamo che Kps è data dal prodotto delle concentrazioni di Zn++ e OH-, se noi aggiungiamo OH- attraverso un altro composto, ho un aumento della concentrazione di OH-, e il sistema reagisce a questo cambiamento per mantenere costante Kps, quindi andrà a diminuire la concentrazione dello ione Zn++.
3)”le concentrazioni relative di Zn(OH)2 non variano se si aggiunge ZnCl2 in soluzione” vale lo stesso discorso fatto prima con NaOH, se aggiungo Zn++ attraverso un altro composto, la sua concentrazione relativa aumenta mentre diminuisce quella di OH-.
4)”la Kps non dipende dal pH” vero, il pH può influenzare le concentrazioni relative, poiché un pH acido mi provoca la neutralizzazione degli OH- rilasciati da Zn(OH)2, diminuendone la concentrazione, alzando di consegenza quella dello ione Zn++, ma appunto, ottengo questo risultato perchè la Kps, ovvero il prodotto delle concentrazioni, rimane costante.
5)”la Kps varia se si aggiunge ZnCl2 in soluzione” falso, come dicevamo, cambiano le concentrazioni relative, appunto perchè la Kps deve rimanere costante, aggiungendo Zn++ vado a diminuire la concentrazione di OH-, ma non altero il prodotto di solubilità.

Domanda 52

Qui bisogna riconoscere subito che si è in presenza di una soluzione tampone. Le soluzioni tampone più comuni sono infatti formate da un acido debole e dalla sua base coniugata o da una base debole e dal suo acido coniugato. Hanno la caratteristica di mantenere relativamente invariato il pH (o comunque di ridure al minimo le variazioni di pH) quando si aggiungono moderate quantità di acidi forti o di basi forti. In questo caso, quindi, dopo aver riconosciuto la soluzione tampone formata da acido formico (debole) e da formiato di sodio, bisogna riconoscere che il pH rimarrà pressochè invariato, La risposta corretta è quindi: “4,15”, proprio come era il pH iniziale. Le altre erano da escludere perchè erano variazioni considerevoli di pH, non compatibili con il lavoro di una soluzione tampone (che altrimenti non avrebbe alcun senso).

__

Sezione di Matematica e Fisica

Domanda 53

La mediana AM, poiché ABC è un triangolo isoscele, corrisponde all’altezza dal lato BC. Si può quindi dire che  AMC è un triangolo rettangolo con ipotenusa AC. Di AMC sono quindi noti il cateto AM (= 5 cm) e la tangente dell’angolo ACM che è uguale a 5/13. Poiché in un triangolo rettangolo la misura di un cateto è uguale a quella dell’altro cateto per la tangente dell’angolo opposto al primo, scrivo che:

AM= MC x 5/13 , da cui ricavo: MC = AM / ( 5/13) = AM x 13/5 = 5 x 13/5 = 13.

MC è metà della base, poiché M è il punto in cui cade l’altezza, per cui la base ( BC) sarà uguale a 13x 2= 26

Quindi la soluzione giusta è ‘’26’’.

Domanda 54

L’equazione 4x^2-y^2 =0 si può riscrivere come (2x+y)(2x-y)=0 sfruttando il fatto che il primo membro è una differenza tra quadrati . I punti che verificano l’equazione, per il principio dell’annullamento del prodotto, sono quelli che verificano le uguaglianze 2x+y=0 e 2x-y=0 , perché pongo uguale a 0 ogni fattore del prodotto. Queste due sono le equazioni di due rette ( y= 2x e y=-2x) e dunque il grafico dell’equazione originale è rappresentato da una coppia di rette.

Quindi la soluzione giusta è ‘’Una coppia di rette’’.

Domanda 55

Nell’equazione 4^x + 2^3x + 16=0 a primo membro troviamo una somma di esponenziali, che per definizione sono sempre positivi, e 16 , mentre a secondo membro 0. Poiché quindi a sinistra dell’uguale ci sono valori sempre positivi ( esponenziali + 16, che è positivo) sommati tra loro,  è impossibile che questi diano come somma 0 , per cui non esiste nessun valore che dato a x renda vera l’uguaglianza.

Quindi la soluzione giusta è ‘’l’equazione non ha soluzioni reali’’.

Domanda 56

|X-1|<|X|

È una disequazione con due valori assoluti, per cui devo studiare il segno del valore assoluto al variare della x negli intervalli che mi interessano, che sono x≤ 0 , 0<x<1 e x ≥ 1 .

Se  x ≤ 0  ->  entrambi sono negativi e la disequazione diventa -x+1< -x   cioè  1 < 0 , che è impossibile.

Se 0 < x < 1 ->  x-1 è negativo e x è positivo e la disequazione diventa  -x+1 < x cioè  2x  >1 quindi x > 1⁄2 (che va bene nell’intervallo 0<x<1)  .

Se x ≥ 1 ->  entrambi sono positivi e la disequazione diventa x-1 < x quindi  -1 < 0, che è sempre vera (nell’intervallo x≥1) .

La soluzione è data dall’unione delle soluzioni dei diversi intervalli quindi:

insieme vuoto UNITO A   ½<x<1   UNITO A   x ≥1 , per cui in totale avrò che le soluzioni sono date da:  x > ½ .

Quindi la risposta giusta è  ‘’x>1/2’’ .

Domanda 57

Il moto è di tipo uniformemente accelerato perché il tempo compare al quadrato sia nell’asse x che nell’asse y. Se fosse stato rettilineo uniforme il tempo sarebbe comparso elevato alla prima, mentre nel moto parabolico nell’asse x sarebbe stato alla prima (moto rettilineo uniforme) e nell’asse y alla seconda ( moto uniformemente accelerato). Il moto è però scomposto nei due assi, quindi va trovata l’accelerazione in x, poi in y e infine attraverso la regola del parallelogramma si trova quella totale. Poiché la legge del MUA dice che s= ½ a t^2 , in questo caso 3 e 4 corrispondono a ½ Ax e ½ Ay :

½ Ax = 3  ->  Ax = 6 m/s^2

½ Ay = 4  ->   Ay = 8 m/s^2

Per la regola del parallelogramma, la somma tra i due vettori accelerazione ax e ay è

Atot = radice quadrata di 6^2+8^2 = radice quadrata di 100   = 10 m/ s^2

Quindi la risposta giusta è ‘’ Il moto è rettilineo uniformemente accelerato con a = 10 m/s2 ‘’.

Domanda 58

Ecco una grafica schematica di come andava risolto il quesito 58:

Quindi la risposta giusta è ‘’ 0,2 Kg’’ .

Domanda 59

La  legge delle trasformazioni isoterme (la temperatura rimane costante) è :

P1⋅V1=P2⋅V2

Sostituiamo in valori iniziali noti, e l’unico valore finale noto, così che l’unica incognita rimanga V2 :

5⋅3 = 15 ⋅ V2

V2= 15/15 = 1 m^3

Quindi la risposta giusta è ‘’ 1m^3’’ .

Domanda 60

Per trovare la capacità totale bisogna ricordare che quando due capacità sono in serie, il reciproco della  capacità totale  è  1/ Ctot = 1/c1 + 1/c2  , mentre quando le capacità sono in parallelo, la capacità totale è Ctot = c1+ c2+ c3…

In questo caso inizialmente si trova quanto vale la capacità C1,2 risultante delle due capacità in serie:

1/C1,2 = 1/8 + 1/12 = 5/24  (è il reciproco)

quindi C1,2= 24/5 µF

Poi bisogna considerare le capacità C3, C4 e C1,2 in parallelo, per cui la capacità totale sarà:

Ctot = C3 + C4 + C1,2 = 20 + 5 + 24/5 = ( 100 + 25 + 24 ) / 5 = 149/5 = 29,8 µF

Quindi la risposta giusta è ‘’29,8 µF ‘’.

__

E’ stato un piacere tenerti compagnia e spiegarti i quiz del test di Medicina 2020. Ogni anno cerchiamo di supportare da vicino tutti gli studenti che si preparano con noi, in modo da farli arrivare al test ultra-preparati, carichi e soprattutto sereni. Fin da quando Pro-Med è nata volevamo creare una famiglia più che un’azienda; una comunità di persone legate dalle stesse ambizioni, più che un business; un insieme di persone straordinarie che collaborano per creare la vita universitaria e lavorativa dei propri sogni.

Fra qualche mese partiremo con dei progetti stellari in vista del test di Medicina 2021, ma mi auguro vivamente che non ti servano: spero che la tua prova al test di quest’anno ti consenta di studiare Medicina o Odontoiatria nella tua prima scelta.
E se non è andata proprio come speravi, ci saremo noi, che pubblichiamo periodicamente materiale di valore gratuito su tutti i nostri canali.Ora credo proprio che tu abbia bisogno di una pausa, di staccare un po’ da tutto questo.
Un abbraccio,
Pro-Med Family

_

Pro-Med è una community lanciata e gestita da studenti universitari che si occupa di dare supporto a tutti coloro che vogliono studiare e lavorare nell’ambito medico sanitario. “Circondati di persone, non di libri” è quello in cui crediamo di più: avere delle persone su cui fare affidamento nei momenti difficili della preparazione per il test è cruciale. Nei nostri Corsi di preparazione l’ambiente che vogliamo si respiri è di familiarità, tranquillità, condivisione: sappiamo di cosa hai bisogno, perchè dal percorso che stai percorrendo ci siamo passati anche noi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su print
Condividi su email

Scopri la Scuola Online, la nostra piattaforma di corsi di preparazione.

Altri contenuti

small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.