Noi, a 360°

Da dove è nato tutto, che obiettivi abbiamo e le cose in cui crediamo. Come se stessimo parlando davanti ad un caffè.

La nostra storia

Era l’estate del 2015, una delle estati più calde degli ultimi anni.

Noi (Giuseppe, Mario, Gaspare ed Enrico, piacere!) stavamo preparando il nostro test di Medicina, cercando di rendere ogni giorno più efficace del precedente. Nel farlo, ci siamo ritrovati in decine di gruppi WhatsApp e community Facebook, ognuna delle quali era un’opportunità di confronto e condivisione troppo grossa.

Era bello, era davvero bello sapere che c’era sempre qualcuno pronto a darti una mano.

Sempre, nel vero senso della parola.

C’erano matrimoni, cresime, diciottesimi e falò sull’agenda di ognuno dei ragazzi in quella community, ma se postavi un quiz alle 2 di notte c’era sempre qualche pazzo che si armava di carta e penna e cercava di aiutarti.

Per fissare le sue conoscenze e per il piacere di supportare un suo compagno, un suo amico.
Più usavamo questi strumenti per studiare, più ci rendevamo conto che circondarsi di persone è stata la svolta.

Circondarsi di persone, e non solo di libri in bianco e nero stampati nel 1984.

Primo Corso Frontale Pro-Med, 2016

Sono sincero: se non avessimo saputo sfruttare il potere dei social, non so se avremmo superato il test.

Se raccontassi la mia routine di studio in quel periodo ad uno sconosciuto, probabilmente non mi crederebbe.
Perché dovrei dirgli che passavo ore su WhatsApp e su Facebook, a postare i miei dubbi e a risolvere quelli degli altri, a mandare registrazioni degli argomenti in cui mi sentivo ferrato e a imparare nuovi metodi di risoluzione dei quiz da perfetti sconosciuti.

Dopo aver passato il test, avevamo l’adrenalina a mille.

Non vedevamo l’ora di iniziare lezioni, tirocini, esami, laboratori, non vedevamo l’ora di essere studenti della facoltà che volevamo, che desideravamo, che avevamo raggiunto con così tanto sudore.

Ma allo stesso tempo, volevamo condividere la nostra esperienza.

Ultimo raduno nazionale Pro-Med, 2018

I social non sono il male, i social non sono sprechi di tempo.

E, soprattutto, ripeti con me:
i social possono fare la differenza.

I social possono connettere persone con le stesse passioni, le stesse ambizioni, gli stessi obiettivi.

Pro-Med è nata da 4 studenti di Medicina, quattro ragazzi 19enni che volevano rendere la vita più facile a chiunque avrebbe preparato il test di Medicina e di tutta l’area medico sanitaria negli anni a venire.

Ora contiamo 10 sedi in tutta Italia, per un totale di circa 50 ragazzi coinvolti nel nostro progetto.

Tutti studenti universitari, tutti determinati a creare qualcosa di unico, di grande, di memorabile.

In tanti ci chiedono come mai le nostre attività siano tenute da soli studenti universitari e come mai non abbiamo mai pensato a delegare a dei professori le nostre lezioni, in aula ed online.

La risposta è semplice: andrebbe contro tutto quello in cui crediamo.

Il nostro manifesto

Quello che facciamo è direttamente conseguenza di quello in cui crediamo.

  • Le community, le persone a stretto contatto, possono aumentare in modo vertiginoso la qualità dello studio di ogni persona e vale uno sforzo attivo promuovere la nascita di questi contesti. I risultati sono concreti.

  • La curiosità è fondamentale in ogni fase della preparazione. Siamo convinti che trattare, attraverso le nostre rubriche giornaliere e settimanali, temi non strettamente oggetto del test ministeriale stimoli il dibattito critico, il ragionamento e quindi la formazione.

  • I social network sono un mezzo potentissimo per lo studio. Può sembrare controintuitivo, ma attraverso l’instaurazione di ambienti di condivisione sani, seguiti e puliti riusciamo a garantire uno scambio di materiali, strategie e metodi di studio continuo e fresco.

  • Gli studenti che hanno superato il test di ammissione sono gli unici a sapere come supportare i ragazzi che vogliono superare il test di ammissione. Questo perché sono tutt’altro che avulsi dal contesto, sanno come sono costruiti i quiz, sanno come si risponde ad un quesito ministeriale, sanno su cosa ci si deve preparare ed in che misura: tutte cose che si acquisiscono con l’esperienza.

Benvenuto/a, ti aspettavamo da un po’.

Goditi il viaggio, per qualsiasi cosa ci siamo.

Circondati di persone, non di libri.

small_c_popup-min

Prova la Scuola Online

Cliccando su “inizia” arriverai nell’area utente di questo sito, dove potrai effettuare la registrazione. Dopo averla eseguita, ti basterà accedere alla piattaforma per avere accesso alla prova gratuita della Scuola Online. Ogni giorno, per 3 giorni, vedrai aggiungersi nuovi contenuti. Partiamo!

Ultimi posti: quest’estate abbiamo organizzato, in 6 città italiane, dei Corsi di preparazione intensi e interattivi, per accompagnarti passo passo nel tuo cammino.